Carrello vuoto

Oro vero: come riconoscerlo?

Pubblicato il 20/04/2017


L’oro vero è sempre contrassegnato con una punzonatura, ovvero un segno impresso sulla sua superficie. La punzonatura riporta la quantità di oro contenuta nel pezzo, ed è espressa in millesimi (da 1 a 999, il più comune è 750) o in carati (10k, 14k, 18k, 22k oppure 24k, oro purissimo). Solitamente la punzonatura è nella fascia interna se si tratta di un anello o un orecchino, comunque non subito visibile. Usa una lente d’ingrandimento per ispezionare l’interno del tuo oggetto, se non la trovi è probabile che il tuo oggetto sia di oro falso. Ma non è detto, perché se questo è molto antico o usurato, la punzonatura potrebbe non essere più visibile. Puoi provare ad usare una calamita; È una prova davvero semplice, ma ti servirà una calamita un po’ forte, come quella della chiusura di una borsa. Per intenderci, un magnete da frigorifero può essere troppo debole.

L’oro è un materiale che NON reagisce ai campi magnetici, quindi se il tuo oggetto viene attratto dal tuo magnete sicuramente non sarà di oro vero. In caso contrario non puoi essere sicuro soltanto con questo test, perché in bigiotteria vengono utilizzati molti materiali che si comportano allo stesso modo.

Ultimo metodo, rapido, gratis, e senza stress alcuno, portalo da Cieffe Gioielli e lo valuteremo tramite i nostri reagenti chimici in un batter d'occhio!